tregiridovrebberobastare:

j-tomorrowisanotherday:

"Odio e amo. Forse chiederai come sia possibile; non so, ma è proprio così, e mi tormento."  2 righe. Migliaia di vite riassunte lì dentro.

Beh, i latini ci azzeccano sempre
"Io non credo di essere bella, ma quando mi guardi in quel modo, con quegli occhi calmi come se guardarmi fosse tutto quello che hai deciso di fare da lì alla fine dei tuoi giorni, io mi sento “giusta”. Non bella, non perfetta, non migliore: giusta."
(via abbracciamiforteilrestononconta)

(via servameservaboteee)

"Così me ne tornai nella mia stanza e crollai sul letto, pensando che se gli esseri umani fossero precipitazioni atmosferiche, io sarei stato una pioggerella, lei un ciclone."
Cercando Alaska   (via vialemanidagliocchi)

(Source: persinelvuoto, via servameservaboteee)

Anonymous said: Ti va di parlare della tua ragazza?? Solo di lei

dueettidiprosciuttocrudo:

si chiama Erika, due giorni fa ha compiuto 19 anni e per diversi problemi con la sua famiglia, abita da me. la conosco da 3 anni e stiamo insieme da un anno e qualche mese. non sono bravo a ricordare le date. lei si. non dimentica mai niente. è la mia agenda, ricorda anche i miei appuntamenti. si scrive sempre tutto. è ordinatissima. litighiamo spesso proprio perchè io e l’ordine non siamo mai stati buoni amici. ha tutto sotto controllo, tranne se stessa. ma per questo, ci sono io. ama i colori forti, quelli che saltano all’occhio, quelli esagerati, come li chiama lei. anche se lei è molto semplice e calma. ama dipingere. prima lo faceva spesso. dice che i colori esagerati descrivono le sue emozioni. non ha mai fatto dipinti sensati. ha sempre buttato i colori a caso, ma era il suo modo di esprimersi. prendeva il rosso se voleva buttare fuori la rabbia e ad ogni colpo di pennello si sentiva già più calma. è strana. lo ammetto. non sa mangiare come un essere umano. fa dei rumori insopportabili. non sa usare le posate. il galateo lo ha letteralmente sputtanato. per non parlare della sua risata. sembra un maiale che si sta accoppiando con un dinosauro. è apparentemente una ragazza silenziosa e spensierata ma le basta trovare la persona giusta e parla, senza virgole e senza punti. a me piace ascoltarla. penso che non ci sia cosa più bella. pensaci, tra tutte le amiche che ha, vuole essere ascoltata esclusivamente da me. e quindi sto sdraiato a letto e la guardo mentre mi sistema l’armadio e mi racconta di quanto fosse indecisa il giorno prima su quale paio di scarpe comprare, se la borsa nera fosse quella giusta. non sono i miei argomenti preferiti, lo ammetto, ma anche lei si sforza a far finta di essere interessata quando le parlo della juve. è sempre bella. pure dopo una notte intera a fare l’amore, la mattina si sveglia ed è perfetta. anche se ha il trucco sbavato, i capelli raccolti senza senso e ancora tanto sonno, è bellissima. mi ama, mi accetta, ha accettato me, la mia famiglia, il mio passato, le mie abitudini, i miei difetti, i miei momenti ‘no’. mi fa sentire importante, mi fa sentire un uomo, mi ha fatto diventare uomo. mi bacia in silenzio, mi tocca piano, mi sorride spesso.

mi sono bloccato, non so come continuare.

b-ruisedblood:

uni-cxrns:

クィーン // queen

all about bruises
acidcone:

Io mi ci sono abituata però.
"Hai visto che occhi? E’ malata. 
Malata di sogni, siamo tutti malati di sogni, ecco perchè siamo qui."
Charles Bukowski (via ohioisforthelovers)

(via tremareforte)

30set:

b&w
+